ZAD - Design Edoardo Carlino

Sedie design o comodità?

In Architettura, Interior Design & Arredamento, Ristrutturare by Redazione CuDriEcLascia un commento

Le sedie design diventano senza dubbio un oggetto di arredo, in qualsiasi ambiente siano collocate. Dall’abitazione all’ufficio, dalla sala d’aspetto del medico, alle poltrone dei cinema e dei teatri. Il sedersi è un atto naturale e umano che accompagna l’esistenza quotidianamente. Il punto interrogativo è il seguente: come abbinare comodità e design? Esiste un prodotto completo che unisca la bellezza delle forme ed il benessere di una seduta confortevole?

sedie design

Poltrona e Sedia di Design – Foto: ZAD – Designer: Edoardo Carlino e Giovanni Cardinale

 Sedie design o comodità?

Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace“. Questo motto è veritiero fino ad un certo punto, perché è risaputo che esistono dei canoni di bellezza che variano di anno in anno. Ce lo insegnano le grandi divinità mitologiche, le statue greche, le dive degli anni ’50 e le attuali mannequin che sfilano in passerella.

Canoni di bellezza che cambiano negli anni

Canoni di bellezza che cambiano negli anni – Fonte: darlin

La bellezza si adegua al costume ed alle influenze storiche e di comportamento di un determinato periodo. Anche la comodità può ritenersi soggettiva. Ma come nel caso della bellezza, il comfort di un’automobile, di una vasca idromassaggio, ed infine, di una sedia, è dettato da stilemi oggettivi. In sintesi, è possibile progettare una sedia mantenendo vivi sia la piacevolezza visiva che la reale fruizione?

Storia delle sedie, dal 500 gli anni 2000

Storia delle sedie, dal 500 gli anni 2000

Una prima distinzione da fare è sul materiale in cui è realizzata la sedia.  Parliamo della parte superficiale su cui ci si siede. Di solito le sedie in pelle, eco pelle o in tessuto, hanno un’imbottitura morbida. Tale seduta accompagna la sagoma e regala una comodità naturale adattandosi alle forme della persona. Le sedie in cuoio hanno già una struttura meno elastica e più rigida. Quindi si dovrà fare più attenzione all’ergonomia in fase di progettazione.

Sedie design o comodità?

Avvicinandosi via via ai materiali duri, come il legno, il metallo, la plastica, fino alle nuove sperimentazioni con resine e siliconi, la comodità sarà regolata da precisi studi sulle forme e le sinuosità della sedia. La progettazione deve tenere conto di stratagemmi per rendere anche una sedia dai materiali duri, comoda ed accogliente. Il designer si focalizzerà sulla creazione di particolari curvature e sagome che andranno ad allinearsi alle forme del corpo. Tutto studiato al fine di garantire il maggior benessere possibile.

Sedia in Resina con seduta e schienale in Eco pelle Morbida - sedie design

Sedia in Resina con seduta e schienale in Eco pelle Morbida

Come non citare la famosa Chaise Longue dell’architetto Le Corbusier, in pelle e anima di acciaio. Fu costruita per realizzare una sedia che fosse semplice, quasi “in serie”, associando relax e linee essenziali. Pur risalendo ad un lontano progetto della fine degli anni ’20, è ancor oggi riproposta con variazioni e nuovi materiali. Ma rimane sempre attuale nella pulizia delle forme e nel look fresco, moderno e di design.

Chaise Longue de Corbusier

Chaise Longue de Corbusier

Sedie design

Una parte importante della sedia è senza ombra di dubbio la seduta. In particolare va considerata l’altezza, che deve essere in armonia con il tavolo che l’accompagna. In modo da garantire il giusto appoggio della persona. Può essere imbottita, e quindi comoda di natura, o “nuda” nelle sedie laccate e di design industriale. Qui entra in gioco l’ergonomia che ha un ruolo fondamentale. Una buona seduta deve avere una speciale sagomatura e un’inclinazione tali da regalare una sensazione piacevole e di relax. Benché ci si trovi seduti su un materiale solido e compatto come può essere la plastica o il metallo.

ZAD - Design Edoardo Carlino

ZAD – Design Edoardo Carlino

Sedie design o comodità?

Lo schienale è un altro componente indispensabile per la corretta postura della persona. Deve assecondare la forma delle vertebre e dei reni, e accompagnare armoniosamente la figura. Esistono sedie e poltrone, come quelle d’ufficio, che offrono il totale appoggio e abbandono della schiena e sono di solito comode e avvolgenti.  Mentre in altre soluzioni delimitano semplicemente la parte lombare. In questo caso, non proteggendo la parte cervicale del corpo, necessitano di speciali curvature, e lo schienale deve essere sagomato in modo da sostenere comunque il corpo e una buona fruizione. Infine i braccioli, spesso sono puramente decorativi, altre volte assolutamente funzionali.

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine HOUSE - Mondo Abitare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Sedie design o comodità? ultima modifica: 2015-11-12T12:16:49+00:00 da Redazione CuDriEc
The following two tabs change content below.
Condividi questo articolo su: