Casa al mare, ecco come arredarla

In Interior Design & Arredamento, Outdoor Design, Piscine & Giardini by Cafelab Architetti

Estate, come arredare la casa al mare, idee e suggerimenti di tre stili diversi tra loro.

Casa al mare, colore e natura

Casa al mare, colore e natura

Nella scelta degli arredi di una casa al mare è importante ricordare che questa è una casa che ha un utilizzo diverso da una normale abitazione, più intenso anche se per periodi relativamente brevi, perciò i materiali e il design che la caratterizzano devono unire all’estetica semplicità, funzionalità e durabilità.
L’arredamento di una casa al mare dovrebbe mischiare lo stile sofisticato cittadino con quello casual e rilassato delle vacanze, in un mix che riesca a far convivere l’interno e l’esterno.
Inoltre, va tenuto presente che è una casa dove l’esterno entra in maniera prepotente, con molta luce naturale e colori accesi.

Casa al mare, ispirazione naturale

Casa al mare, ispirazione naturale

Ecco alcuni fra gli stili più conosciuti ed utilizzati:

1. Stile nautico

Il più classico e visto è sicuramente lo stile nautico, rivisitato in chiave più o meno moderna: quindi righe, più o meno sottili, nei colori classici blu navy e bianco, caratterizzeranno le textures dei cuscini e dei divani, sia all’interno che all’esterno. Unite ad accessori presi in prestito nell’ambiente nautico, come lampade in metallo brunito o corde e con arredi in legno di teak, il legno nautico per eccellenza, sono l’ideale per uno stile on the beach; infine, per completare (ma senza esagerare) qualche complemento di arredo in legno di riciclo, creato con objets trouvés portati dal mare.

Casa al mare, stile nautico

Casa al mare, stile nautico

2. Total White

L’immagine di una casa al mare contemporanea (o al contrario, antica) è bianca, ariosa e luminosa. Ogni arredo sarà dipinto di bianco, all’interno come all’esterno, per sfruttarne il potere rinfrescante e rilassante nonché per creare uno spazio senza soluzione di continuità.
Metallo cromato ed elementi in legno sbiancato o pietra chiara completano questi ambienti, con, l’inserimento a sorpresa, secondo i gusti dei padroni di casa, di qualche accessorio in una tonalità di colore molto satura, che riprenda ad esempio le mille sfumature di blu e verde dei panorami marini.
Per riprendere i colori dei panorami marini, è ammesso l’inserimento di qualche macchia di colore.

Casa al mare, total white

Casa al mare, total white

3. Palettes naturali

Altra scelta ideale per una casa al mare è quella di arredarla utilizzando le tonalità di colore proprie delle palettes neutre; in pratica, in questo modo, le tonalità soft della spiaggia, nei toni del beige,  potranno entrare in casa per ricreare un’atmosfera soft e rilassata. Nelle stoffe e negli arredi la scelta può ricadere su tessuti freschi e sottili o più grezzi, come il lino, la juta e il cotone, insieme ad accessori volutamente invecchiati dal tempo,conchiglie o corde, per creare uno stile semplice all’apparenza ma in realtà ricercato e sofisticato allo stesso tempo.

 

Casa al mare, palettes naturali

Casa al mare, palettes naturali

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine HOUSE - Mondo Abitare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Casa al mare, ecco come arredarla ultima modifica: 2017-07-01T09:30:34+00:00 da Cafelab Architetti
The following two tabs change content below.
Cafelab è un team di architetti con sede a Roma. Focalizziamo la nostra ricerca architettonica sulla qualità degli spazi progettati amiamo utilizzare materiali naturali e sostenibili come ferro, acciaio, pietra, marmo e legno, integrandoli con cura con l'illuminazione per creare spazi unici e senza tempo. La nostra attività comprende progettazione, riqualificazione e restauro ville, casali, ristrutturazioni di appartamenti, uffici, hotel, palestre, scuole di danza e B&B di charme.

Ultimi post di Cafelab Architetti (vedi tutti)

Condividi questo articolo su: