caminetto bio etanolo genesi

Bio camino: 5 caratteristiche principali

In Interior Design & Arredamento, Ristrutturare by Redazione CuDriEcLascia un commento

Siamo ormai in pieno inverno ed il freddo avvolge le nostre case. Una soluzione pratica ed accessibile per combattere le basse temperature è rappresentata dal bio camino: si tratta di un oggetto molto simile ai camini tradizionali, ma decisamente più ecologico e funzionale. Il bio camino, infatti, non brucia la legna ma il bioetanolo: un combustibile naturale che non produce fumo tossico e residui pericolosi.

Caminetto a bioetanolo

Caminetto a bioetanolo a parete (photo credits: caminisulweb)

Bio camino: 5 caratteristiche principali

Ma i bio camini posseggono tante altre qualità che li rendono una buona scelta per riscaldare gli ambienti della vostra abitazione. Vediamo le 5 principali caratteristiche dei bio camini:

  • Calore avvolgente

I bio camini sono belli e particolarmente adatti per decorare la vostra casa, ma ciò non deve trarre in inganno: questa tipologia di camini, infatti, viene utilizzata soprattutto per riscaldare gli ambienti, garantendo risultati paragonabili ai camini classici. Il bio camino è in grado di diffondere calore sufficiente per riscaldare stanze grandi fino a 50 metri quadri, ed è progettato per ridurre al minimo qualsiasi dispersione di calore: nelle stufe normali, infatti, quasi il 50% del calore si disperde attraverso la canna fumaria, diffondendosi all’esterno dell’abitazione. Inoltre, le caratteristiche del bio camino consentono di avvertire il cambio di temperatura già dopo 10 minuti.

Tomasucci caminetto a bio etanolo

Caminetto Da Parete A Bioetanolo MIKA, by Tomasucci

  • Comodità di utilizzo 

I bio camini sono molto simili ai camini tradizionali, ma decisamente più comodi da installare e da trasportare. Utilizzare un normale un camino significa ottenere il permesso per l’installazione, accumulare legna in magazzino e pulire spesso la cenere residua: tutti problemi che un bio camino non presenta. La sua installazione richiede al massimo 30 minuti e, soprattutto, non necessita di alcun permesso. Inoltre, non bruciando legna, il bio camino non disperde cenere e dunque non obbliga a numerose pulizie straordinarie della propria abitazione. Basterà pulirne le incrostazioni per mantenerlo efficiente: un’incombenza davvero minima se paragonata ai problemi che causa la fuliggine. Per spegnerlo, poi, basterà semplicemente spingere il coperchio sul fuoco.

camino bio etanolo design

Camini bio etanolo, by Moma design

Uno dei principali motivi per cui il bio camino è così comodo ed efficiente, è l’assenza della canna fumaria. Oltre a non richiedere alcun permesso per costruirla, infatti, i bio camini possono essere facilmente trasportati in giro per casa, proprio perché non collegati ad una canna di scarico. Per questo motivo, il bio camino non è solo particolarmente versatile, ma può anche diventare un motivo d’arredamento in base allo stile delle stanze.

caminetto bio etanolo genesi

Caminetto bio etanolo “genesi” di Maisonfire

  • Eco-sostenibilità del combustibile

Il bio camino, come già ricordato, non brucia legna e non causa emissioni dannose per l’ambiente e per la salute dell’uomo. Il perché è semplice: i bio camini bruciano una sostanza chiamata bioetanolo, totalmente naturale e priva di effetti collaterali. Questo particolare combustibile viene creato con elementi organici come mais, patate e cellulosa: una composizione che lo rende biodegradabile e, soprattutto, rispettoso delle risorse del nostro pianeta. Inoltre, il bioetanolo è inodore, a meno che non si decida di unire sostanze profumate come l’essenza di legno di pino, di lavanda o di vaniglia. Non solo non produrrà del terribile fumo, ma profumerà addirittura le vostre stanze.

bio camino

Camino a bio etanolo”fuochino pop-art” di Maisonfire

  • Prezzo abbordabile

Il bio camino, come tutte le cose tecnologiche, costa. Ma costa decisamente meno di un camino classico. La spesa dipenderà dal modello di bio camino che si sceglierà di comprare: ne esistono di economici intorno ai 300 euro, ma anche di costosi intorno ai 1000-1.500 euro. Per quanto riguarda il bioetanolo, una tanica di 20-25 litri può essere acquistata per un prezzo di 90-100 euro. In ogni caso, un bio camino permette di ottimizzare le spese regolando la fiamma comburente, così da avere sempre il controllo sul consumo del combustibile e sul calore.

Insomma, per chi deve scaldare piccoli ambienti, per chi ha sempre desiderato avere un camino in casa, per chi ama il design… un bio camino è la soluzione!

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine HOUSE - Mondo Abitare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Bio camino: 5 caratteristiche principali ultima modifica: 2015-12-19T16:30:30+00:00 da Redazione CuDriEc
The following two tabs change content below.
Condividi questo articolo su: